Archivi tag: Natale

Scialatielli con vongole al profumo di limone

Pasta e vongole è un grande classico della cucina napoletana.

A volte, però, basta un piccolo tocco e il classico si rinnova e diventa ancora più accattivante.

 

scialatielli-vongole-e-scorza-di-limone

Ingredienti (per 4 persone)

340 gr. di scialatielli

500 gr. di vongole

1 limone non trattato

olio extravergine d’oliva

1 spicchio d’aglio

1 peperoncino

prezzemolo tritato

parmigiano grattugiato

Leggi il resto di questa voce

Christmas cake

Con un tantino di ritardo buon Natale a tutti e buon compleanno alla mia mamma.

 

torta-nonna-virginia-1

 

torta-nonna-virginia-2

 

torta-nonna-virginia-5

Per la base vanilla cake, per l’interno crema chantilly e fragoline di bosco, per la copertura copertura salsa al cioccolato fondente.

Girelle di pizza e tartine con uova di lompo

Ultimo tocco per l’aperitivo…

girelle di pizza

tartine con uova di lompo

Ancora un’idea di Montersino: pizza arrotolata e tagliata a rondelle, piccola lievitazione, cottura e via!

E poi una classica tartina con burro e uova di lompo.

Tartufini al formaggio e tartine al salmone

Continuiamo a lavorare all’aperitivo.

tartufini al formaggio

Tartine al salmone

I tartufini sono anch’essi ispirati a “La pasticceria salata” di Montersino, con qualche piccola semplificazione.

Sono un mix in parti uguali di ricotta, Philadelphia e burro morbido ripassati in aromi vari (sesamo, papavero, mix di erbe, paprica).

Le tartine sono fatte di pane alle erbe (reperibile in supermercato) spalmato con burro salato. La fettina di salmone affumicato e spolverata con un pizzico di erba cipollina sminuzzata.

Red velvet cake

A casa nostra a Natale si festeggia il compleanno della mia mamma ragion per la quale c’é sempre una torta che arricchisce il già lauto pranzo.

Quest’anno ho scelto una torta, letteralmente torta velluto rosso,  che mi affascina molto per lo splendido contrasto tra il rosso della base e il bianco candido del frosting.

Red velvet cake

Red velvet cake 1

Red velvet cake 2

Ingredienti per la base:

400 gr. di farina “00”

400 gr. di zucchero

3 uova

380 gr. yogurth bianco intero

180 gr. di burro

1 tazzina da caffè di aceto di mele

2 cucchiai di cacao amaro

2 cucchiani di bicarbonato

1 cucchiaio di colore alimentare rosso

1 cucchiano di sale

6 gr. di vanillina

Ingredienti per il frosting:

250 gr. di ricotta romana

250 gr. di mascarpone

120 gr. di zucchero

200 ml. di panna da montare

6 gr. di vanillina

Leggi il resto di questa voce

Cantucci con nocciole e pistacchi

Ogni anno i preparativi natalizi iniziano sfogliando una gran quantità di libri e vecchie riviste.

Questa ricetta è tratta da un trafiletto ritagliato da un non meglio precisato numero de “La cucina italiana”.

cantucci con nocciole e pistacchi

cantucci con nocciole e pistacchi 1

Ingredienti:

350 gr. di farina “00”

300 gr. di zucchero

150 gr. di nocciole sgusciate

150 gr. di pistacchi sgusciati

100 gr. di burro morbido

1 cucchaino di lievito per dolci

2 uova + uno per lucidare

vanillina

sale

Leggi il resto di questa voce

Torta rustica bicolore

Il pranzo della vigilia di Natale in molte case trascorre tra mille preparativi in attesa del cenone.

Molti consumano delle torte rustiche di magro per tenersi un po’ leggeri per le abbuffate a venire.

Cominciamo a sfoderare le idee.

torta rustica bicolore

torta rustica bicolore 1

Ingredienti:

400 gr. di pasta per pizza

200 gr. di pasta sfoglia

1 kg. di bietole

500 gr. di ricotta vaccina

70 gr. di parmigiano grattugiato

1 bustina di zafferano

sale

Leggi il resto di questa voce

La galette des rois

Finalmente anche le condizioni climatiche annunciano che il Natale sta arrivando.

Ecco un dolce della tradizione francese all’interno del quale si nasconde una moneta o una statuina di ceramica, oppure un mandorla o una nocciola intera.

Il dolce viene presentato con una coroncina di cartone dorato, il fortunato che trova il tesoro nascosto viene incoronato re della festa.

La galette des rois

Ingredienti:

2 dischi di pasta sfoglia da 250 gr.

200 gr. di mandorle

80 gr. di zucchero a velo

2 uova intere + 2 albumi

1/2 tazzina da caffé di rum

Tritate finemente le mandorle, conservatene una intera, mescolate con lo zucchero a velo.

Montate gli albumi a neve ferma.

Unite alle mandorle e allo zucchero le uova sbattute, tenetene un po’ da parte per la lucidatura del dolce,  ed il rum.

Incorporate delicatamente gli albumi.

Stendete una prima sfoglia in una tortiera imburrata e farcitela con la crema, coprite con la seconda sfoglia e sigillate i bordi.

Con la punta di un coltello fate delle incisioni deocrative.

Cuocete in forno statico preriscaldato a 200°C per 30 minuti.

Con questa ricetta partecipo al contest di “Dolci a gogo” “Dolci sotto il vischio”

Il mio nuovo contest "Dolci sotto il vischio"

http://dolciagogo.blogspot.it/2012/11/dolci-sotto-il-vischioun-nuovo.html

 

Pepatelli

Il Natale si avvicina e già sento il profumo delle spezie invadere casa.

Cominciamo da un dolce della tradizione abruzzese e molisana.

pepatelli

pepatelli

pepatelli

Ingredienti (per circa 30 pezzi):

250 gr. di farina integrale

250 gr. di mandorle pelate

250 gr. di miele

1/2 cucchiaino di pepe nero macinato

buccia grattuggiata di un’arancia

Setacciate la farina con la buccia d’arancia, il pepe e le mandorle.

Riscaldate il miele finché non diventa fluido ed incorporatelo agli altri ingredienti.

Formate dei filoncini larghi circa 5 cm. e alti 2cm. e riponeteli su una teglia ricoperta di carta forno.

Cuocete in forno statico preriscaldato a 180° per 30 minuti.

Spegnete il forno, estraete i filoncini e tagliateli con un coltello ben affilato in biscotti di 1,5 cm. di spessore.

Riponete nel forno spento ma ancora caldo per 10 minuti ancora.

Con questa ricetta partecipo al contest “Dolci sotto il vischio”, di “Dolci a gogo”, nella sezione dolci italiani.

http://dolciagogo.blogspot.it/2012/11/dolci-sotto-il-vischioun-nuovo.html

Il mio nuovo contest "Dolci sotto il vischio"

La minestra è servita!

Dopo tanta fatica il piatto è finalmente pronto…

minestra maritata

 

… o per meglio dire fu!

 

P.S. per chi non l’avesse letta la ricetta è qui.